Raspberry Pi è l'erede spirituale di Amiga

OS X, Linux e tutti gli altri OS

Re: Raspberry Pi è l'erede spirituale di Amiga

Messaggioda AMIGASYSTEM » dom mag 02, 2021 12:40 am

vagappc ha scritto:Peccato che se su windows clicci sulla mail sbagliata il tuo pc sarà virato e il più delle volte nemmeno chi si definisce esperto se ne accorge.

Cliccare su una e-mail sbagliata è solo da curiosi, mai cliccato su fonti sconosciute, poi quando ho voluto sperimentare le ho cliccate di proposito e mi hanno fatto un baffo perche avevo NOD32, poi basta un click per ripristinare il registro salvato prima del click su quelle e-mail

Questo è un altro esempio dei limiti del sistema, non riescono in nessun modo a correggere le falle e scrivono un programma sopra per riparare i danni.

Le falle esistono anche su Linux, una volta su un nostro server infetto abbiamo installato linux e poi abbiamo dovuto rimettere Windows Server che nonostante l'infezione sulla rete ci ha permesso comunque di lavorare ! Linux invece mandava in loop tutto il mondo !

E poi il fanboy sarei io?

No quale fanboy, io non conosco bene Linux e non vado oltre alle mie conoscenze, tu invece dici tante inesattezze su Windows dimostrando di non conoscerlo.

Come al solito non hai capito una mazza, guarda le impostazioni privacy di windows 10, ti pare che son cose da utente medio.
Non devi neanche navigare per perderla.

Agli utenti Windows non serve conoscere queste cose e non gli interessa conoscere, io gestivo decine di Uffici e tante applicazioni anche non comuni "Ministeriali", bene gli uenti erano bravissimi nelle Applicazioni ma se gli chiedevi che OS utilizzavano ti rispondevano office 97

Con Windows dipende molto dai programmi che usi, ad esempio i PC delle banche spesso hanno software customizzati dove capita spesso. Infatti gli aggiornamenti vengono prima testati.

Normale fare aggiornamenti per alcune applicazioni è dannoso io non li ho mai fatti in automatico.

Se si conosce windows e soprattutto se si fanno dei test, ti rendi conto che non rimarrà mai prestante come la prima installazione e ogni cosa che installi lo rallenta, rallenta anche se lo lasci acceso senza fare nulla.

Chi lo ha detto il mio Win7 da quasi 20 anni ha sempre la stessa velocità nonostante abbia provato e testato centinaia di software, questo perchè ho tutto sotto controllo, la startup è sempre pulita con le solite quattro voci avviate.

Non hai mai fatto nessun test reale, manco su i tempi di boot.
Basta fare i test del caso, poi windows è il sistema più pesante al mondo, come fai a dire che è scattante?
Per me scattante è morphos o kolibri.

Come detto sul mio vecchissimo Acer Aspire 5920 Dual-Core (2013) Win10 si avvia in 10 secondi, guarda il video in allegato e conta i secondi e poi prova con macchina simile ad avviare una distro Linux "nuova" a livello di Win10.

Acer Aspire 5920 Dual-Core Win10 in DualBoot co AROS One
https://drive.google.com/file/d/1TaRVsm ... 9HV7C/view

Gran parte degli utenti mondiali usa almeno un Linux senza manco saperlo e non lo cestina, basta pensare ad Android, la tv, il cockpit dell'auto, ecc.

Infatti io lo so, ecco spiegato a chi non lo sapesse il perchè su Android non riesci a controllare nulla, dove gli utenti si ritrovan software avviati non voluti, o dove cliccando su qualcosa ci si ritrova abbonati su qualcosa.
Immagine - AfA One - AfA One PPC - AROS One x86 - AROS One 68K - WinUAE OS 4.1 -

Miei AMIGA
Amiga 4000/Cyberstorm MK II/060/Picasso RAM 6MB Kick 3.1
Amiga 1200/030 Ram 16 Mega HD 500 MB
Amiga 1200/040 Ram 32 Mega HD 500 MB
Amiga 600 HD 20 MB
Amiga 600 Doppio Kickstart 2.05-1.3
Amiga 500 Plus Doppio Kickstart 204-1.3
Amiga 500
CD32/SX-32 MK1 RAM 8 MB HD 4G
CD32 Standard
Avatar utente
AMIGASYSTEM

Staff
 
Messaggi: 4667
Iscritto il: ven lug 25, 2008 8:39 pm
Località: Brindisi

Re: Raspberry Pi è l'erede spirituale di Amiga

Messaggioda AMIGASYSTEM » dom mag 02, 2021 1:02 am

vagappc ha scritto:Come dice Amigasystem la maggior parte usa windows e la totalità degli hacker usa linux, quindi secondo lo stesso ragionamento il fruttivendolo ne sa di più di un hacker perché sono in tanti.

Io non ho parlato di hacker, ho solo detto che Linux da quando è nato non ha mai superato il 2% al mondo di utenti, molti lo hanno provato e il 99% lo ha cestinato dopo averlo provato qualche giorno, questo è un dato di fatto perchè per tanti anni ho dovuto eliminarli io ad amici, parenti, colleghi e compari :)
Immagine - AfA One - AfA One PPC - AROS One x86 - AROS One 68K - WinUAE OS 4.1 -

Miei AMIGA
Amiga 4000/Cyberstorm MK II/060/Picasso RAM 6MB Kick 3.1
Amiga 1200/030 Ram 16 Mega HD 500 MB
Amiga 1200/040 Ram 32 Mega HD 500 MB
Amiga 600 HD 20 MB
Amiga 600 Doppio Kickstart 2.05-1.3
Amiga 500 Plus Doppio Kickstart 204-1.3
Amiga 500
CD32/SX-32 MK1 RAM 8 MB HD 4G
CD32 Standard
Avatar utente
AMIGASYSTEM

Staff
 
Messaggi: 4667
Iscritto il: ven lug 25, 2008 8:39 pm
Località: Brindisi

Re: Raspberry Pi è l'erede spirituale di Amiga

Messaggioda orson » dom mag 02, 2021 8:30 am

Mannaggia, che discussione da FanBoy
La realtà è che Windows, come MacOs, viene progettato avendo al centro l'utente di scarso livello, mente Linux per gli informatici.
Questo ha portato al fallimento di Linux come sistema desktop, e come testimoniano i numeri.

Nella realtà Windows é più semplice per il software.
Puoi installarlo tranquillamente da Windows Storie, per i software più popolari.
Almeno il 90% di quanto deve ad un utente medio.
Altrimenti vai su sul sito del produttore e scarichi.
Spesso il produttore del software non ha neanche i binari per Linux, e di dice di andare nel repository del tuo sistema,e nel caso li trovi devi capire i binari che servono alla tua versione di Linux.

Aggiungo che finché i developer di Linux non capiscono che gli utenti comuni non devono essere costretti ad utilizzare la linea di comando, gli editori di testo o comandi con Sudo ecc. Non avranno possibilità di sfondare nel desktop.

Google si è appoggiata a Linux, ma giustamente l'utente non lo fa neanche.

Aggiungo che mi sembri poco aggiornato.
Ho aggiornato diversi PC da Windows 7 a 10 e mediamente le prestazioni sono rimaste stabili, quindi c'è un SSD sono migliorate.
Il sistema per un utente normale é da anni stabile.

Saranno almeno 5 anni che non metto più mano al Regedit, e tanta gente utilizza il sistema produttivamente senza sapere neanche dell'esistenza di Regedit e libera di comando.


Aggiungo che secondo me, per l'utente comune la differenza tra Windows e Linux é aumentata negli anni a favore del primo.


Linux dell'usabilità e facilità é fermo da anni.

Se poi devo mettere di un server chiaramente mi interessa parto valutando Linux.
PS: a casa utilizzo sia Windows che MacOs che Linux
orson

Veterano
 
Messaggi: 249
Iscritto il: ven ott 28, 2011 5:28 pm

Re: Raspberry Pi è l'erede spirituale di Amiga

Messaggioda AMIGASYSTEM » dom mag 02, 2021 8:43 am

orson ha scritto:Mannaggia, che discussione da FanBoy
La realtà è che Windows, come MacOs, viene progettato avendo al centro l'utente di scarso livello, mente Linux per gli informatici.

Confermo tutto, anche se guardando le percentuali di utenti delle due piattaforme di informatici su Windows ce ne sono milioni. Una volta Linux o Unix era solo per esperti, oggi molti utenti Linux sono di livello basso e cambiano Distro ogni tot di tempo con la speranza di trovare qualcosa che possa sostituire Windows che poi non troverano mai.

Gli utenti Windows non sono FanBoy, usano questo sistema per comodità e necessità, oggi è arrivato ad un punto che non necessità più di grandi manutenzioni, basta una googlata per sistemare tutto, prova lampante lo sgonfiamento dei forum informatici dedicati a Windows ormai poco frequentati.
Immagine - AfA One - AfA One PPC - AROS One x86 - AROS One 68K - WinUAE OS 4.1 -

Miei AMIGA
Amiga 4000/Cyberstorm MK II/060/Picasso RAM 6MB Kick 3.1
Amiga 1200/030 Ram 16 Mega HD 500 MB
Amiga 1200/040 Ram 32 Mega HD 500 MB
Amiga 600 HD 20 MB
Amiga 600 Doppio Kickstart 2.05-1.3
Amiga 500 Plus Doppio Kickstart 204-1.3
Amiga 500
CD32/SX-32 MK1 RAM 8 MB HD 4G
CD32 Standard
Avatar utente
AMIGASYSTEM

Staff
 
Messaggi: 4667
Iscritto il: ven lug 25, 2008 8:39 pm
Località: Brindisi

Re: Raspberry Pi è l'erede spirituale di Amiga

Messaggioda vagappc » dom mag 02, 2021 11:00 am

AMIGASYSTEM con te è impossibile discutere.
Si parla di utente medio e tu continui a dire, ma io non ho questo problema.
Esci ogni tanto dalla tua visione narcisista, nel mondo ci sono anche gli altri.
Un utente medio non è in gradi di usare regedit, ripristino e la media operazione di manutenzione di windows che occasionalmente vuole.
Poi affermare che un utente medio non ha bisogno di privacy, significa negare l'evidenza per avere l'ultima parola.
E poi se gli dai una distro come windwos 12 manco se ne accorgono di usare Linux e hanno pure la privacy.
Poi se non fai gli aggiornamenti hai il sistema che è un colabrodo, mi sa che se gli faccio un perform test ti trovo un vespaio di virus. Probabilmente stai calcolando bitcoin per qualcuno oppure sei un ponte per altri attacchi.
Ma le hai mai lette le security news?
Cose che su un sistema Linux normalmente non servono.
Se al lavoro avete avuto un Linux in loop (dovresti spiegarmi bene cosa è successo) è perché avrete fatto qualche scemenza.

@orson
Linux fallito come desktop?
Per fallire dovrebbe avere numeri in diminuzione e non il contrario.
In realtà è fallito il Windows Store, vedi qui: https://www.zeusnews.it/n.php?c=26701 e ci sono molte altre fonti.
Windows esiste per una questione di monopolio, dove si combatte ad armi pari fa passi indietro.
Lo dimostra raspberry dove windows core non se le cagato nessuno, lo dimostra il mondo mobile dove ms è riuscita a far fallire la più grande compagnia telefonica, lo dimostra il mondo server. Inoltre le scuole di tutto il mondo si stanno muovendo su Linux per ovvie ragioni
Prima o poi toglieranno l'acquisto obbligatorio con win e per MS sarà la fine.

Sempre in tema, chiediti perché Microsoft fa credere che con wls hai linux sotto windws quando in realtà è solo una VM e permette l'uso di windows 10 senza registrazione, se vuoi un integrazione dovresti usare Cygwin, che è un lavoro notevole, ma appena vai in X le performance cadono. Indaga un po e poi ne riparliamo di chi sta perdendo colpi.
Oramai gli esperti e appassionati che usano windows sono sempre meno e chi lo glorifica come carlo si tengono 7.

Come ho detto sopra non puoi usare un OS come fosse un altro, come non puoi usare Amiga come fosse Windows e viceversa non puoi usare Linux come fosse Windows.
Dai package manager come synaptic per un utente medio è il top e con Desktop come KDE, ti basta scrivere il nome dell'applicazione in qualsiasi punto della barra o del desktop e questa compare o ti suggerisce d'installarla. Se dici così non hai mai visto cosa installano gli utenti, a peggiorar la situazione c'è Microsoft che suggerisce i software della cricca a far danni.
Andare sul sito del produttore non è da utente medio, così come non lo è ogni cosa che sia da leggere.

Con Linux fai molto di più di quello che faresti con Windows con il mouse, la shell la si usa perché il 90% dei casi è molto più potente e versatile.
E soprattutto è molto utile quando devi spiegare a qualcuno cosa deve fare.
Immagina un blog per mostrare come fare dovrebbe fare screenshot ad almeno 10 gui diverse per la stessa cosa, non avrebbe senso.
Gli si dice scrivi questo e questo e hai risolto. Idem per la diagnosi, prova a fare diagnosi telefonica con windows, solo per indicare cosa deve cliccare si perdono le ore, dire cosa scrivere è più facile. E poi anche in windows tante cose le risolvi con la linea comando
vagappc

Veterano
 
Messaggi: 164
Iscritto il: dom feb 12, 2017 12:15 pm

Re: Raspberry Pi è l'erede spirituale di Amiga

Messaggioda AMIGASYSTEM » dom mag 02, 2021 11:42 am

vagappc ha scritto:Si parla di utente medio e tu continui a dire, ma io non ho questo problema.
Un utente medio non è in gradi di usare regedit, ripristino e la media operazione di manutenzione di windows che occasionalmente vuole.

Io parlo sempre in generale, l'utente Medio non è presente solo su Windows, l'utente Medio è Medio su qualsiasi piattaforma non esiste solo su Windows. All'utente medio non serve e non è indirizzato RegEdit come non lo è su Linux entrare nella Root che l'utente medio ignora.
E poi se gli dai una distro come windwos 12 manco se ne accorgono di usare Linux e hanno pure la privacy.
Poi se non fai gli aggiornamenti hai il sistema che è un colabrodo, mi sa che se gli faccio un perform test ti trovo un vespaio di virus. Probabilmente stai calcolando bitcoin per qualcuno oppure sei un ponte per altri attacchi.

Queste cose l'utente medio non le conosce e non gli interessano, a loro basta navigare e usare il pacchetto Office.
Se al lavoro avete avuto un Linux in loop (dovresti spiegarmi bene cosa è successo) è perché avrete fatto qualche scemenza.

Sto parlando di un attacco non in locale, a mettere le mani c'era gente di un certo livello, parlo di grandi professionisti !!!

Chiudiamo qui anche perchè non credo interessino ai visitatori del forum questi discorsi :ammicca:
Immagine - AfA One - AfA One PPC - AROS One x86 - AROS One 68K - WinUAE OS 4.1 -

Miei AMIGA
Amiga 4000/Cyberstorm MK II/060/Picasso RAM 6MB Kick 3.1
Amiga 1200/030 Ram 16 Mega HD 500 MB
Amiga 1200/040 Ram 32 Mega HD 500 MB
Amiga 600 HD 20 MB
Amiga 600 Doppio Kickstart 2.05-1.3
Amiga 500 Plus Doppio Kickstart 204-1.3
Amiga 500
CD32/SX-32 MK1 RAM 8 MB HD 4G
CD32 Standard
Avatar utente
AMIGASYSTEM

Staff
 
Messaggi: 4667
Iscritto il: ven lug 25, 2008 8:39 pm
Località: Brindisi

Re: Raspberry Pi è l'erede spirituale di Amiga

Messaggioda orson » mar mag 11, 2021 12:27 pm

vagappc ha scritto:AMIGASYSTEM con te è impossibile discutere.
Si parla di utente medio e tu continui a dire, ma io non ho questo problema.
Esci ogni tanto dalla tua visione narcisista, nel mondo ci sono anche gli altri.
Un utente medio non è in gradi di usare regedit, ripristino e la media operazione di manutenzione di windows che occasionalmente vuole.
Poi affermare che un utente medio non ha bisogno di privacy, significa negare l'evidenza per avere l'ultima parola.
E poi se gli dai una distro come windwos 12 manco se ne accorgono di usare Linux e hanno pure la privacy.
Poi se non fai gli aggiornamenti hai il sistema che è un colabrodo, mi sa che se gli faccio un perform test ti trovo un vespaio di virus. Probabilmente stai calcolando bitcoin per qualcuno oppure sei un ponte per altri attacchi.
Ma le hai mai lette le security news?
Cose che su un sistema Linux normalmente non servono.
Se al lavoro avete avuto un Linux in loop (dovresti spiegarmi bene cosa è successo) è perché avrete fatto qualche scemenza.

@orson
Linux fallito come desktop?
Per fallire dovrebbe avere numeri in diminuzione e non il contrario.
In realtà è fallito il Windows Store, vedi qui: https://www.zeusnews.it/n.php?c=26701 e ci sono molte altre fonti.
Windows esiste per una questione di monopolio, dove si combatte ad armi pari fa passi indietro.
Lo dimostra raspberry dove windows core non se le cagato nessuno, lo dimostra il mondo mobile dove ms è riuscita a far fallire la più grande compagnia telefonica, lo dimostra il mondo server. Inoltre le scuole di tutto il mondo si stanno muovendo su Linux per ovvie ragioni
Prima o poi toglieranno l'acquisto obbligatorio con win e per MS sarà la fine.

Sempre in tema, chiediti perché Microsoft fa credere che con wls hai linux sotto windws quando in realtà è solo una VM e permette l'uso di windows 10 senza registrazione, se vuoi un integrazione dovresti usare Cygwin, che è un lavoro notevole, ma appena vai in X le performance cadono. Indaga un po e poi ne riparliamo di chi sta perdendo colpi.
Oramai gli esperti e appassionati che usano windows sono sempre meno e chi lo glorifica come carlo si tengono 7.

Come ho detto sopra non puoi usare un OS come fosse un altro, come non puoi usare Amiga come fosse Windows e viceversa non puoi usare Linux come fosse Windows.
Dai package manager come synaptic per un utente medio è il top e con Desktop come KDE, ti basta scrivere il nome dell'applicazione in qualsiasi punto della barra o del desktop e questa compare o ti suggerisce d'installarla. Se dici così non hai mai visto cosa installano gli utenti, a peggiorar la situazione c'è Microsoft che suggerisce i software della cricca a far danni.
Andare sul sito del produttore non è da utente medio, così come non lo è ogni cosa che sia da leggere.

Con Linux fai molto di più di quello che faresti con Windows con il mouse, la shell la si usa perché il 90% dei casi è molto più potente e versatile.
E soprattutto è molto utile quando devi spiegare a qualcuno cosa deve fare.
Immagina un blog per mostrare come fare dovrebbe fare screenshot ad almeno 10 gui diverse per la stessa cosa, non avrebbe senso.
Gli si dice scrivi questo e questo e hai risolto. Idem per la diagnosi, prova a fare diagnosi telefonica con windows, solo per indicare cosa deve cliccare si perdono le ore, dire cosa scrivere è più facile. E poi anche in windows tante cose le risolvi con la linea comando


Comunque alal fine della storia.
Ho iniziato ad utilizzare Linux con la Mandrake.
Quindi tempro fa. Di crescita in crescita Linux nel desktop è arrivata intorno al 2,5% del mercato Desktop.

Windows pur non essendo innovativo da anni, mantiene una quota di mercato imponente. Poi non nego che abbia fallito in diversi ambiti.
Dagli Smartphone, dove però va detto che non ha fatto fallire un'azienda in forma. Nokia si affidò a Windows perché la sua piattaforma (Symbian) era collassata in poco tempo.

Va però detto che alla fine se ragioni sul piano sviluppatore Windows è eccezionale. Una volta che hai sviluppato per Windows puoi stare tranquillo che per anni quel binario funzionerà, a meno di incompatibilità. Non devo pensare alla versione per Windows 8/10 o altro.

Poi si, Store non ha funzionato, infatti lo stanno rivedendo per renderlo attrattivo per gli sviluppatori. Non è fallito perché faccia schifo, ma per politiche commerciali sbagliate di Miscrosoft.

Poi, puoi ritenere la linea di comando una cosa molto semplice ed utile.
Resta un dubbio. Ma secondo te perché Microsoft Apple e Google hanno realizzato Sistemi operativi che la nascondono il più possibile?

Poi in realtà tutto il mondo degli OS desktop è abbastanza statico da anni. Si investe solo sul Mobile da una parte e sul Cloud dall'altra.

D'altra parte ormai la vendita degli OS è diventato un business secondario e i soldi si fanno con altro.

Non a caso Microsoft ha rinunciato non solo a vendere Windows, aggiornandolo gratuitamente (seguendo MaC OS X), ma ha palesemente rinunciati alla lotta alla pirateria, lasciando che la gente si aggiorni Windows 7 ed 8 a 10 senza problemi.

Questo permette a chiunque abbia un processore a 64 bit di avere un OS aggiornato.
Chi glielo fa fare ad un utente medio di cercarsi Linux? Alla fine non risparmia soldi. Ogni utente a cui chiede in Internet gli suggerisce una distribuzione diversa.
Le prestazioni di un'Ubuntu ed una Mint, per citare le più diffuse non sono su hardware obsoleto migliori di Windows 10, Chiaro che migliori con MX.
Ma anche qui.
Se scelgo MX che faccio installo con XFCE e KDE, e nel primo caso quella universale o per Hardware avanzati?
Ubuntu ha tante distribuzioni parallele.

Qual è la decisione da prendere? Con Mac OS, Windows ed Android non devo di fatto compiere alcuna scelta.
Sono meno libero, ma molti meno pensieri.

Poi ho PC con Ubuntu, con MX ed anche con Puppy, su materiale molto obsoleto, però ho visto che poi normalmente torno ad utilizzare quando possibile Windows.

Aggiungo che RaspBerry è sicuramente carino. Ma fa girare gli OS su cui c'è supporto e per i colossi dell'informatica non è attualmente attrattivo. Si tratta di un bel prodotto di nicchia da Nerd. Poi comincia ad avere un bel mercato nei sistemi Embedded.
orson

Veterano
 
Messaggi: 249
Iscritto il: ven ott 28, 2011 5:28 pm

Re: Raspberry Pi è l'erede spirituale di Amiga

Messaggioda AMIGASYSTEM » mar mag 11, 2021 12:52 pm

Quoto tutto quello che hai scritto, che poi corrisponde alla "reale" realtà, aggiungo un particolare dove in alcuni casi utenti poco esperti (parlo per esperienza diretta) si ritrovano sul Computer file che non potranno condividere con altri utenti salvo questi non siano abbastanza esperti da capire il formato file è utilizzare appropriato software che lo gestisca, cosa rara tra utenti standard dei Computer.
Immagine - AfA One - AfA One PPC - AROS One x86 - AROS One 68K - WinUAE OS 4.1 -

Miei AMIGA
Amiga 4000/Cyberstorm MK II/060/Picasso RAM 6MB Kick 3.1
Amiga 1200/030 Ram 16 Mega HD 500 MB
Amiga 1200/040 Ram 32 Mega HD 500 MB
Amiga 600 HD 20 MB
Amiga 600 Doppio Kickstart 2.05-1.3
Amiga 500 Plus Doppio Kickstart 204-1.3
Amiga 500
CD32/SX-32 MK1 RAM 8 MB HD 4G
CD32 Standard
Avatar utente
AMIGASYSTEM

Staff
 
Messaggi: 4667
Iscritto il: ven lug 25, 2008 8:39 pm
Località: Brindisi

Re: Raspberry Pi è l'erede spirituale di Amiga

Messaggioda vagappc » dom mag 23, 2021 2:34 pm

Ok quindi siccome l'utente medio non è in grado di usare Linux e nemmeno windows.
Questo fa si che Windows sia migliore?

La percentuale bassa di utenti è relativamente bassa, anzi è di fatto una percentuale più alta di quella d'informatici con un minimo di preparazione.

Sul fatto che un programma windows non debba essere mantenuto ti invito a parlare con uno sviluppatore C#, è un problema che c'è anche su Linux in forma minore. I software vanno mantenuti per la sicurezza informatica ed è un continuo studio.

KDE con la 5 rientra negli DE più leggeri, la staffa del pesante è passata a Unity di Ubuntu.

Non concepisco nemmeno io l'uso di raspberry come pc fisso.
Ma sono anche uno che usa Amiga, ma per applicazioni fai da te è il top di gamma
vagappc

Veterano
 
Messaggi: 164
Iscritto il: dom feb 12, 2017 12:15 pm

Precedente

Torna a Altri sistemi operativi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

cron